skip to Main Content

Nato nel 1989 ad Alcamo, dopo aver studiato e vissuto a Firenze per diversi anni, nel 2016 torna nella sua terra, la Sicilia, dove attualmente vive e lavora. Le sue ispirazioni provengono tutte da li, dalle storie, architetture, decori e stili che in Sicilia si perpetuano e mischiano da secoli. Il suo modo di progettare tende a sintetizzare tutti questi stimoli, cercando di andare oltre il semplice rapporto forma/funzione. Dal 2017 è co-fondatore e responsabile del design del brand Trame Siciliane.

Un po’ architetto, un po’ designer e un po’ nerd, Alessandra Grasso si laurea e si abilita nel 2015 presso la Facoltà di Architettura di Siracusa. Architettura e design un parallelismo indissolubile, da sempre interessata alle diverse declinazioni della progettazione, spazia fra vari ruoli spostando l’attenzione “dal cucchiaio alla città”, e viceversa. Ha collaborato con diversi studi di architettura, lavorato come interior designer presso negozi di arredamento e collaborato come giornalista freelance per il web-magazine “Cielo Terra Design”. In qualità di Ufficio Procurement, si è occupata dell’arredo di interni per un Hotel di lusso, confrontandosi direttamente con le principali aziende del settore. Nel 2018 inizia un percorso di specializzazione in product design, cercando di dare corpo a una filosofia progettuale che coniughi l’astrattezza delle forme geometriche pure con l’eleganza di oggetti immediati e funzionali.

Nata nel 1997 a Catania, da sempre immersa nel mondo delle arti consegue il diploma di maturità artistica con indirizzo design del prodotto. La sua passione per il progetto coglie tutti gli stimoli del proprio territorio, reinterpretandolo nelle disparate forme progettuali e visive. Dal 2017 inizia il corso di studi in Design e Comunicazione Visiva presso lʼaccademia Abadir di Catania.

Architetto e designer siciliano, nato a Lentini (Sr) nel 1979. Formatosi a Reggio Calabria presso l’Università “Mediterranea”, dove ha svolto attività didattica nei corsi di composizione e progettazione architettonica coadiuvando Marcello Séstito per circa un decennio e collaborando con lui a progetti, concorsi, allestimenti. Nel 2007 consegue con lode la laurea in architettura con il progetto di un centro sportivo galleggiante sul Lago di Lentini selezionato ed esposto, nel 2008, all’esposizione internazionale di Saragozza, Spagna. Nel 2009 torna in Sicilia ed avvia la propria attività con studio a Lentini, traendo ispirazione per la sua ricerca dalla tradizione isolana. Nel 2015 inizia ad occuparsi di design con progetti di elementi di arredo. Con il tavolino Conca, nel 2016 viene premiato con il Taomoda Award Talent Design; l’anno successivo viene selezionato per la mostra “Prossimo Futuro – 45 designer italiani under 40” e premiato con la menzione d’onore “E. Sottsass” al “Materia- Indipendent design festival” di Catanzaro.

O77 è uno studio-laboratorio che nasce, nel 2007, dall’incontro professionale degli architetti siciliani Margherita Alioto e Mimma Occhino. Dopo la laurea in architettura conseguita presso l’Università degli Studi “Mediterranea” di Reggio Calabria, entrambe lasciano la loro terra di origine, per confrontarsi con altre realtà professionali diversificate e di più ampio respiro. Gli anni trascorsi lontano dalla Sicilia hanno permesso loro di guardarla con nuovi occhi, per scoprirla come se fosse la prima volta. Così hanno deciso di far confluire energie ed esperienze nella creazione di un progetto comune: il loro studio. I progetti di O77 sono frutto di una filosofia progettuale votata all’attenzione per il dettaglio! Gli oggetti, che nascono dal processo creativo dei due architetti, hanno come obbiettivo quello di suscitare stupore ed emozioni, evocando memorie, consuetudini e tratti culturali distintivi dell’isola.

Classe 1989, product & industrial designer. Amo progettare il mondo del caffè e del food design: ogni progetto è spesso legato alla sfera del gioco, della
gestualità e della ritualità. Per me, fare design non è disegnare o progettare qualcosa, ma trovare una soluzione per qualcuno, semplificare processi e rendere fattibili progetti che altrimenti resterebbero utopici. Il filo conduttore della filosofia che porto avanti è il design semplice, senza fronzoli, ma dal forte valore familiare, legato ad una cultura del progetto democratico, che sia valido e fruibile a tutti.

Laureato con lode presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Ha collaborato dal 2008 al 2016 con lo studio Pierattelli Architetture Srl a Firenze occupandosi della progettazione di alberghi, residences, edifici per uffici. Con la casa editrice LetteraVentidue, ha pubblicato il libro “What’s up- 15 young european architects” e “NEEDS-Achitetture nei Paesi in via di sviluppo”, catalogo dell’omonima mostra itinerante inaugurata a Firenze nel 2011. Ad agosto 2014 presenta la sua prima collezione di Design dal titolo “Design Meets Sicily”. Una linea autoprodotta nata con l’obiettivo di reinterpretare – in maniera inedita – elementi e caratteri della cultura e della tradizione siciliana. La linea BaroqEAT nel 2015 viene candidata al Compasso D’Oro Internazionale nella categoria Design for Food and Local heritage. Nel 2016 è tra i selezionati Under 35 a partecipare alla XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano. Dal 2016 è consulente dell’azienda Linoleum Gomma Zanaga Srl e nel 2019 segue la Direzione Artistica del brand Le Porcellane | Firenze 1948. Vive e lavora tra Firenze e Noto(SR).

Close search
Back To Top
X